GIOVANI E apprendimento

Un recente approccio allo studio del rapporto tra studenti e istituzioni scolastiche è definito come students voice (Cook-Sather, 2006; Busher, 2012). In tale letteratura  sono ricorrenti parole come “diritti” e “rispetto”, ma più di ogni altra ricorre la parola “ascolto”.Chi assume tale prospettiva, in genere, sottolinea come:
– gli studenti hanno un punto di vista unico sull’apprendimento, sull’insegnamento e sulla scuola;
– il loro punto di vista dovrebbe mobilitare l’attenzione degli adulti e anche risposte concrete, una presa in carico;
– il loro punto di vista dovrebbe essere integrato nel fare scuola, offrendo opportunità reali per dare forma a una personalizzazione del processo di apprendimento e, in generale, dell’esperienza scolastica.
Ci sono molti ambiti in cui questo approccio può realizzarsi, ma soprattutto due possono essere citati come tipico esempio di presa in carico della voce degli studenti, come strumento di valorizzazione del ruolo dei giovani all’interno delle scuole: il processo di apprendimento e il processo di orientamento.

Cliccando Download accetto di essere inserito nella newsletter di Giovani e comunità locali.

You have Successfully Subscribed!